fbpx

Lastre di Marmo di Carrara

World Service Carrara

World Service Carrara

Pubblicato dal nostro team di bloggers

World Service Carrara

World Service Carrara

Pubblicato dal nostro team di bloggers

Lastre di Marmo di Carrara

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su google
carrara_marble_slabs_marmo_lastre_wsc

Una Panoramica Globale sulle Lastre di Marmo di Carrara

Quando si parla di Lastre di Marmo di Carrara si apre un mondo.

In questo articolo ti parleremo nel dettaglio di questo bellissimo e variegato materiale in tutte le sue forme. Sarà molto interessante poiché comprenderai più in profondità aspetti fino ad oggi poco considerati, ma veramente fondamentali.

Ecco quali sono gli aspetti sulle Lastre di Marmo di Carrara che andremo ad affrontare:

Indice

Tipologie di lastre di marmo di Carrara in commercio

Il termine lastre di Marmo di Carrara viene spesso utilizzato erroneamente, poiché troppo generico. Nella cave della nostra città sappiamo benissimo che in base ai diversi punti di estrazione possiamo trovare marmi di qualità e aspetto differente gli uni dagli altri.

È proprio per questo che adesso ti forniremo una linea guida per individuare al meglio il materiale che più ti interessa a seconda del disegno e della composizione. In questo modo potrai scegliere le migliori lastre di marmo di Carrara per il tuo progetto.

Lastre di Bianco Ordinario: le più commercializzate e conosciute.
white carrara marble slabs cd marmo lastre

Come potrai vedere dalla foto ne esistono due varietà: la variante C (quella più di valore), e la variante CD. Abbiamo già parlato nel dettaglio del marmo bianco ordinario in un precedente articolo che puoi andare a visionare qui.

Giusto per darti un’idea la variante C è considerata quella più pura poiché ha il fondo più bianco e quindi più prestigiosa della CD.

Quando andrai a scegliere quindi delle lastre di marmo di bianco ordinario fai ben attenzione a questa differenza.

Lastre di Bianco Gioia
white carrara marble slabs cd marmo lastre gioia c
white carrara marble slabs cd marmo lastre gioia cd

Prende il suo nome proprio dal bacino da cui viene estratto e a differenza delle lastre di bianco ordinario presenta dei puntini e delle macchioline tonde nere che lo caratterizzano.

Anche questo materiale ha due varianti come il precedente: la tipologia C e la tipologia CD sempre a seconda della purezza del fondo.

Esiste una terza variante chiamata Bianco Gioia Venato che viene estratta sempre dallo stesso bacino. Presenta delle più o meno fitte venature che ricordano l’aspetto di una ragnatela. È un marmo molto elegante ed utilizzato dagli arredatori; specialmente nei paesi del sud Europa.

white carrara marble slabs cd marmo lastre gioia venato
Lastre di Arabescato

Geologicamente l’Arabescato nasce come una breccia che si è sedimentata ed è diventata marmo. La sua linea ricorda molto quella Araba, da qui la derivazione del suo nome. Le lastre di questo marmo si possono trovare davvero di tante varietà a seconda del disegno. Dobbiamo pensare la texture come un alveare imperfetto. Queste nuvolature ad ovulo vengono chiamate in gergo tecnico: clasti.

Anche qui il valore viene determinato dalla purezza del fondo e dalla marcatura delle vene grigiastre/nere che lo attraversano.

Capita di trovare delle lastre di Arabescato che hanno un fondo giallognolo, in questo caso è bene che tu sappia che ti trovi di fronte ad un materiale di medio-bassa qualità.

La sua estrazione è prevalentemente nella provincia di Massa-Carrara e Lucca.

Le due principali varietà di Arabescato sono:

L’Arabescato Corchia, il quale presenta clasti di colore verde sbiadito. Questa tipologia di marmo, una volta tagliato in lastre necessita quasi sempre di resinatura e rete poiché vi è un rischio di separazione e rottura nel tempo. Una volta effettuata questa procedura le lastre sono sicure ed utilizzabili.

white carrara marble slabs cd marmo lastre arabescato corchia
white carrara marble slabs cd marmo lastre arabescato vagli

L’Arabescato Vagli ha invece vena più stretta e clasti verde scuro. È un materiale più compatto e lavorabile rispetto al precedente.

Lastre di Statuario

Negli ultimi vent’anni le lastre di marmo Statuario sono diventate tra le più prestigiose al mondo.

Di base questa tipologia di marmo di Carrara ha un fondo bianco cristallino con spesso una grande vena grigia che lo attraversa. Sempre sulla superficie puoi notare inoltre delle altre piccole venature di colore grigio chiaro che lo caratterizzano. Se tutto ciò coincide ti trovi di fronte ad una lastra di Statuario Extra Lusso. Il top della classe.

white carrara marble slabs cd marmo lastre statuario
white carrara marble slabs cd marmo lastre statuario miele

Un’altra varietà è lo Statuario Miele. In questo caso le venature sono generalmente più fitte e tendenti al giallognolo.

Lo Statuario esiste anche Venato e si differenzia dall’Extra per via delle sue venature più fitte ed irregolari nella forma e nel disegno.

white carrara marble slabs cd marmo lastre statuario venato
white carrara marble slabs cd marmo lastre statuario miele

Per ultimo, ma non per importanza abbiamo lo Statuario Michelangelo.
Avrai sicuramente sentito parlare del famosissimo David di Michelangelo. Ecco, quest’ultimo è una scultura ricavata proprio da un blocco di questo materiale. Le sue venature sono grigio chiaro, quasi trasparenti.

Le lastre di Statuario Michelangelo sono molto difficili da trovare, in quanto viene principalmente utilizzato in blocchi di marmo per sculture. Questo perché ha un fondo talmente bianco ed una composizione geologica che si presta molto a questo tipo di lavorazioni.

Lastre di Calacatta
white carrara marble slabs marmo lastre Calacatta

A livello di lusso e prestigiosità siamo ai livelli dello Statuario, con un’unica differenza che qui il fondo è più caldo e con venature marroncine.

Il primo della classe viene definito Calacatta Extra. Le lastre di Calacatta Extra o Calacatta Oro, (Calacatta Gold in Inglese), presentano oltre al fondo bianco caldo delle meravigliose venature dorate.

Il Calacatta Cremo è una variante che presenta invece un fondo più tendente al beige rispetto all’Extra. Le sue vene hanno un marrone più deciso, e come spessore e diramazione possono variare da lastra a lastra.

white carrara marble slabs marmo lastre calacatta cremo
white carrara marble slabs marmo lastre calacatta vagli

Le lastre di Calacatta Vagli sono molto ben riconoscibili perché presentano clasti con forma veramente simile all’Arabescato. La differenza la fa proprio la base di colore bianco caldo e soprattutto il colore delle vene che è di marrone chiaro, talvolta quasi rosato.

Tutt’oggi molte persone in tutto il mondo si confondono tra Statuario e Calacatta poiché in effetti a prima vista si assomigliano.

Ma come facciamo quindi a distinguere questi due materiali?

Semplicemente dal colore del fondo. Il primo ha un fondo, come abbiamo detto bianco puro, mentre nelle lastre di Calacatta è più tendente al beige.

Lastre di Bardiglio

Quando le lastre presentano un colore nettamente più scuro siamo di fronte ad un Bardiglio Grigio. Fa sempre parte della famiglia dei marmi bianchi di Carrara, ma si differenzia proprio per il colore grigio tendente al blu.

carrara marble slabs marmo lastre bardiglio grigio
carrara marble slabs marmo lastre bardiglio nuvolato

Vi è anche una varietà chiamata Bardiglio Nuvolato che è caratterizzato da macchie o striature più chiare che si irradiano per tutta la superficie.

Lastre di Manhattan Grey

“Ho sentito parlare di lastre di Manhattan Grey, ma non lo conosco. È un marmo americano?”

Il Manhattan Grey o Calacatta Manhattan è un marmo 100% di Carrara.

Questo materiale viene estratto proprio tra due giacimenti; quello del Bardiglio e quello del Calacatta. La montagne fondendosi assieme danno vita a questa varietà che vista sulle lastre è davvero molto interessante.

Il colore, a seconda della zona di estrazione può variare dal grigio bluastro, al beige fino ad arrivare al bianco.

carrara marble slabs marmo lastre calacatta manhattan grey

Lastre di Marmo di Carrara

Reperibilità delle varietà

Una delle incognite maggiori nel commercio del marmo è la reperibilità del materiale. Se sei un architetto saprai bene quanto è importante il design e quanto lo sono allo stesso tempo le tonalità di colore per rendere un progetto unico e speciale.

A seconda delle tipologie di materiale è più o meno semplice da reperire e questo può creare non pochi problemi a seconda dei tempi di consegna.

Le lastre di Bianco Gioia e di Bianco Carrara vengono attualmente prodotte in maniera continuativa ed hanno una buona reperibilità in quasi tutte le tipologie: venato, C e CD.

Ovviamente trovare una C sana e priva di difetti è un po’ più complicato e costoso, e quindi necessita di un maggiore sforzo nella ricerca.

Le lastre di Arabescato godono anch’esse di una buona reperibilità poiché ci sono diversi zone di estrazione attive. Quando si va alla ricerca di lastre di Arabescato di ottima qualità è ovvio che la scelta diventa meno ampia e che ci si trovi di fronte a più concorrenza al momento dell’acquisto.

Per quanto riguarda le lastre di Statuario e Calacatta bisogna fare una distinzione.

Essendo marmi di altissimo livello i blocchi migliori vengono selezionati alla fonte per elaborazioni di lusso. Se invece ci si “accontenta” di lastre con qualche piccola imperfezione allora la storia è ben diversa.

Giusto per fare un esempio il Calacatta Oro e lo Statuario Extra, trovandosi nella top class dei marmi mondiale, sono più difficili da reperire.

Anche le lastre di Manhattan Grey in questo momento non sono semplici da trovare. Come accennato poco sopra, l’estrazione di questo marmo è in una zona di transizione, quindi lo si può prelevare soltanto da lì.

Le lastre di Bardiglio sono prodotte quotidianamente e sono quindi di buona reperibilità. Nei progetti viene spesso associato al bianco ordinario poiché crea un bel contrasto gradevole all’occhio.

In ogni caso, rivolgendoti a noi della World Service Carrara, puoi star sicuro che sapremo trovare il materiale più adatto alle tue esigenze in un tempo record.

Richiedi un preventivo gratuito

I prezzi delle lastre del marmo di Carrara
Perché quando cerco online trovo prezzi di lastre di marmo di Carrara così differenti?

Iniziamo a mettere un punto: il marmo è arte naturale. Con questo che cosa vogliamo dirti?

Giusto per fare un paragone: quando acquisti un’automobile sai già che non appena uscirai da concessionario ne vedrai molte altre come la tua. Quando acquisti una lastra di marmo invece è come se qualcuno producesse una sola macchina solo per te e che quest’ultima non verrà mai più prodotta né replicata.

Il marmo è unico, quindi quel preciso disegno diventerà esclusivo.

Come puoi dare quindi un prezzo fisso o un listino ad un qualcosa che è unico sempre?

Come avrai capito non è possibile farlo, ed è per questo che per le lastre di marmo si danno dei range di prezzo al metro quadro in base alla tipologia del materiale.

Inoltre non è assolutamente detto che la valutazione di un cliente sia la medesima di un altro. Ci è capitato spesso di vedere un acquirente svalutare una lastra e pochi giorni dopo venderla a più del prezzo di mercato. La valutazione ha in primis uno standard, ma diviene poi soggettiva in base a propri gusti.

Quindi esiste un unico prezzo di mercato per una lastra di marmo di Carrara?


Ovviamente no, ma come già detto possiamo attribuire dei range a seconda della:

  • Tipologia
  • Qualità
  • Dimensione
  • Reperibilità
  • Quantità di acquisto
  • Lavorazione
  • Servizio dell’azienda

Per tipologia intendiamo: nome del materiale. Ad esempio “Bianco Carrara”.

Per qualità del marmo intendiamo: purezza del fondo, presenza di un disegno specifico e l’assenza sulla superficie della lastra di difetti dei quali parleremo più avanti. Più il fondo della lastra è puro, più il disegno è accattivante e meno difetti presenta, più il prezzo sarà alto.

Per dimensione intendiamo: Larghezza x altezza x spessore della lastra.

Se non sai come viene ricavata una lastra di marmo o vuoi approfondire la cosa ti consigliamo di leggere l’apposito paragrafo.

In ogni caso quando il blocco di marmo viene estratto dalla cava presenta delle dimensioni; più queste dimensioni sono gradi, più valore acquisirà la lastra al momento del taglio.

carrara marble slabs 3d sizes
Questo perché?

Immagina che si debbano utilizzare delle lastre di marmo di Carrara per rivestire una parete interna di un maestoso grattacielo, che dimensioni utilizzeresti? Le più grandi possibili.

Se invece dovessi acquistare delle lastre per fare un piccolo bagno? Non avresti bisogno di dimensioni di 340x200cm, giusto?

Come potrai facilmente intuire, estrarre un blocco intero di grandi dimensioni è chiaramente più raro che estrarne uno di medie. È così che in base alle misure varia il prezzo.

Quindi che cosa ti consigliamo?

Parti dal progetto che vuoi svolgere ed affidati ad un’azienda seria che sappia farti le giuste domande per la scelta del materiale.

Lo spessore che generalmente si utilizza per la produzione delle lastre di marmo è 2 cm, mentre se si vuole un 3 cm, di media il prezzo può aumentare dal 30-50% a seconda della tipologia del materiale.

Reperibilità

Per reperibilità, intendiamo quanto materiale è disponibile in un determinato momento dell’anno.

La produzione delle cave di marmo di Carrara è soggetta a variazioni in base alla fase in cui si trova la cava stessa. Ci sono momenti durante l’estrazione, in cui la montagna produce raramente blocchi di alta qualità e questo porta ad un fisiologico aumento dei valori di mercato.

Un altro dei motivi dell’aumento di prezzo delle lastre di marmo di Carrara negli ultimi anni è la regolamentazione degli agri marmiferi. Questo doveroso protocollo, ha visto per ovvie ragioni un calo della produzione a vantaggio della sostenibilità ambientale, della tutela delle risorse minerarie e del paesaggio.

La quantità di acquisto è davvero una determinante di non poco conto. Grazie ad una quantità di acquisto maggiore è più semplice per aziende come la nostra proporre un prezzo più competitivo. In questo modo possiamo suddividere le spese di spedizione come CNF , CIF o FOB su più metri quadri di materiale ed ammortizzarle al meglio.

Ovviamente più il materiale è di valore, più è semplice diluire queste spese.

Lavorazione

Per lavorazione intendiamo invece se dopo la segagione la lastra di marmo è stata sottoposta a dei trattamenti come ad esempio lucidatura, resinatura, retinatura ecc. Se sei interessato a comprendere meglio le lavorazioni a cui possono essere sottoposte le lastre vai al paragrafo delle lavorazioni.

In base al tipo di impiego del marmo siamo noi per primi a consigliare al cliente il tipo di lavorazione più adatta se non ne è a conoscenza. A seconda della tipologia di materiale e della sua applicazione finale stabiliamo insieme le lavorazioni necessarie. Questi processi hanno chiaramente un costo che influisce quindi sul prezzo di vendita finale delle lastre.

Il servizio dell’azienda è spesso molto sottovalutato nel mondo del marmo. A molti fornitori non interessa altro che vendere. Questa è una procedura che noi della World Service Carrara non condividiamo. Investiamo moltissime energie sul capire le necessità del cliente per fornirgli assistenza prima, durante e dopo l’acquisto delle sue lastre di marmo di Carrara.

Non immagini quante volte ci sia capitato un cliente che richiedesse un determinato materiale a determinate condizioni e che successivamente, dopo una valida consulenza, facesse retrofront optando per un materiale più adatto alle sue esigenze.

Quanto varrebbe per te lavorare con un’azienda che ti facesse sentire sicuro in ogni piccolo passaggio durante l’acquisto delle tue lastre?

Come puoi aver compreso da quanto letto sopra, comprare delle lastre, specialmente di marmo di Carrara, non è per niente cosa di poco conto. Per fare una comparazione economica dovrai certamente tener a mente tutte queste variabili, molte delle quali purtroppo non si possono stabilire se non attraverso una comunicazione con il fornitore.

Ecco una domanda molto frequente.

Perché ho trovato le stesse lastre di marmo di Carrara online ad un prezzo più basso anche del 30%?

Vogliamo fare un appunto riguardo a delle situazioni come queste che si sono presentate.

È capitato che alcuni clienti richiedessero diversi preventivi a diversi fornitori prima di comprare le lastre, e che questi preventivi risultassero più o meno scontati rispetto a quello della nostra azienda.

Dopo un controllo più accurato, dove chiedevamo al cliente di mostrarci il materiale offertogli, abbiamo constatato la maggior parte delle volte che:

  1. Non si trattava del medesimo materiale. Quindi era una tipologia simile, ma non la stessa;
  2. Che la qualità e le dimensioni fossero molto diverse;
  3. Che si trattava di una fornitura di materiale non omogeneo nella linea e nel disegno. Cosa succederebbe se ricevessi delle lastre di Bianco Carrara C l’una diversa dall’altra?

Questa era soltanto una precisazione per informarti che il prezzo troppo scontato, la maggior parte delle volte, nasconde delle sorprese. Un professionista sa benissimo che in un progetto di valore la trattativa non deve andare a compromettere la qualità.

Acquista il tuo marmo da noi

Riconoscere i difetti nelle lastre di marmo di Carrara

Riconoscere i difetti nelle lastre di marmo di Carrara è abbastanza semplice se si è del settore. Ma cosa succede se non abbiamo esperienza?

Che cosa svaluta una lastra di marmo e perché?

Ecco per te un elenco dei principali difetti che puoi trovare sulle lastre di marmo di Carrara per non prendere una fregatura.

"Biscia”

Uno dei difetti più comuni nel marmo è proprio la biscia . Si tratta di una linea generalmente di uno spessore di 1/2 cm che attraversa la lastra e che ha un colore nettamente più sgargiante. La biscia è un elemento che svaluta il materiale in maniera abbastanza consistente.

biscia carrara marble slabs lastre difetto
tarolo carrara marble slabs lastre difetto
“Tarolo”:

Il tarolo è un piccolo foro che si apre in alcuni marmi per effetto dell’eccessiva cristallizzazione. È una caratteristica di alcuni marmi bianchi di Carrara; ma se supera un’eccessiva dimensione può diventare un problema in termini estetici.

Lastra bicolore:

Una lastra di marmo di Carrara che presenta due colori o due disegni ben distinti spesso porta il materiale ad una svalutazione, poiché ne compromette il design. Ti può essere capitato di incontrare delle lastre che presentano una grande fascia più scura o più chiara che interrompe la trama. Questa è un’altra componente che potrebbe svalutare la lastra di marmo.

bicolored carrara marble slabs lastre difetto
Assenza di geometria:

Durante il taglio del blocco è possibile che uno spigolo dello stesso si separi a seguito di una rottura e che quindi dia vita a delle lastre con geometria irregolare. Se il tuo progetto prevede di non utilizzare quella parte allora non è un problema, ma in ogni caso l’angolo mancante rende la lastra di marmo imperfetta e quindi in certi casi ad essere un po’ svalutata.

Canonicamente la lastra di marmo perfetta dovrebbe avere una forma rettangolare, ma sappiamo benissimo che non è semplice trovarle tutte così. Inoltre è buon senso comprendere che bisognerebbe indirizzare sempre la scelta del materiale in base alle proprie necessità.

Se puoi sviluppare un rivestimento con una lastra non proprio perfetta e riciclare gli scarti sarebbe opportuno farlo per due motivi:

  • La convenienza a livello economico di acquistare una lastra con geometria irregolare
  • L’ottimizzazione del materiale
Forzature del monte:

Questa è veramente una cosa tecnica che non sarebbe di facile comprensione se andassimo del dettaglio. Le forzature del monte su una lastra di marmo si possono intravedere poiché presenta dei filamenti bianchi lungo la sua superficie.

Questi filamenti bianchi sono dovuti alla pressione che il monte applica durante l’estrazione del materiale in cava. Non essendo belli da vedere su certi materiali, gli stessi potrebbero incorrere in svalutazione.

forcing of mountain carrara marble slabs
Pelo o difetto marmo wsc-defects carrara slabs blocks
Resinatura:

Come già anticipato nei precedenti capitoli, alcune tipologie di lastre di marmo devono essere resinate poiché si sfalderebbero in pochi mesi.

In questo caso non stiamo parlando della resinatura di sicurezza, ma di una resinatura di riparazione.

La resinatura di riparazione avviene quando vi è un difetto sulla lastra, ma non si è ancora separata dalla porzione restante.

Le lastre di marmo bianco Carrara non subiscono quasi mai questo trattamento poiché troppo visibile, ma i marmi colorati sì.

Resinare un marmo colorato è più comprensibile e efficace poiché mischiandosi alla trama delle texture e delle venature quasi invisibile.

Diciamo che è un modo per utilizzare un materiale che altrimenti andrebbe sprecato. L’unica cosa su cui bisogna fare attenzione è la durabilità della resinatura.

Non ci sono studi certi che dimostrano la durata di una resinatura e specialmente su un rivestimento sottoposto ad uno sbalzo termico constante potrebbe risultare pericoloso.

Per quanto riguarda invece la resinatura di una lastra per la realizzazione di un pavimento non ci sono grandi problemi.

Naturalmente è assolutamente possibile acquistare lastre con dei difetti ad un buon prezzo e vederne anche una buona riuscita. L’importante è tenere bene a mente in che modo le utilizzerai.

Quando alla World Service Carrara ci perviene una richiesta di qualche materiale a prezzo scontato con qualche piccolo difetto per lavorazioni specifiche, evidenziamo subito le sue particolarità. È così che i nostri clienti si fidano di noi e iniziamo una collaborazione che dura nel tempo.

Ricevi una Consulenza gratuita

Come vengono ricavate le lastre di marmo di Carrara

Le lastre di marmo di Carrara vengono ricavate essenzialmente dai migliori blocchi estratti dalla cava.

Perché dai migliori blocchi?

Perché le dimensioni e la qualità sono di importanza fondamentale per offrire al cliente una lastra adatta i suoi progetti.

L’estrazione avviene attraverso diversi metodi, tra i più utilizzati a Carrara: il taglio con filo diamantato, il taglio a catena ed il taglio a perforazione continua. Molte volte, nonostante la modernità dei macchinari utilizzati, la bancata, ovvero la porzione di montagna tagliata da cui vengono ricavati i blocchi, si rompe in diversi punti. Questo provoca una frammentazione della stessa, con conseguente formazione di piccoli blocchi e materiale di scarto.

Tra queste porzioni, è auspicabile che vi siano anche dei blocchi di grandi dimensioni; questi vengono quindi selezionati e squadrati per renderli idonei al trasporto e al commercio.

A questo punto i blocchi da telaio, così chiamati in gergo vengono predisposti per il taglio. La scelta viene eseguita tenendo conto quindi delle dimensioni e della qualità del blocco stesso.

carrara marble quarry discard blocks waste
Perché i blocchi e le lastre hanno una prezzatura così diversa?

Acquistare un blocco per il taglio è un’operazione che comporta dei rischi da parte dell’acquirente. Per quanto possa sembrare idoneo esteriormente è possibile che al taglio vi si trovino all’interno delle sorprese.

Questi sono casi in cui entrambe le parti, il venditore e l’acquirente, si devono andare incontro e trovare una soluzione.

Per una questione di etica, noi della World Service Carrara tendiamo a vendere blocchi o lastre di cui siamo certi della qualità e dell’assenza di difettosità. Se il cliente dovesse essere invece interessato all’acquisto di un materiale non proprio perfetto, abbiamo il dovere morale di informarlo per filo e per segno su tutte le sue caratteristiche.

Eccoti spiegato uno dei motivi per cui le lastre di marmo costano più dei blocchi. Assumersi un rischio, anche se talvolta è piccolo, comporta una maggiorazione del prezzo di vendita.

Proseguendo nella fase di taglio del blocco di marmo quindi vi è una percentuale di materiale di scarto che può variare in base allo spessore delle lastre che si desidera ottenere. Circa dal 10 al 25%.

Questo scarto è dovuto principalmente alla lama del macchinario.

Oltre a quello del taglio, ci sono degli ulteriori costi dovuti ai vari trasporti del materiale ed all’eventuale resinatura per i materiali più fragili.

Richiedi un preventivo gratuito

Lastre di Marmo di Carrara

Dimensione, peso e spessore delle lastre
Quanto pesa una lastra di marmo e come si ottiene il peso totale?


Per rispondere a questa domanda dobbiamo procurarci alcune semplici informazioni:

  • Lunghezza della lastra
  • Altezza della lastra
  • Spessore della lastra
  • Peso del marmo a metro cubo
carrara marble slabs 3d weight

Ammettiamo che le misure della lastra di marmo siano:

  • Lunghezza: 3,40 metri
  • Altezza: 2,15 metri
  • Spessore: 0,02 metri (2 cm)
  1. Trovare il volume, 0vvero di quanti metri cubi (m³) si tratta:
    (3,40 x 2,15 x 0,02) = 0,146 m³ (metri cubi)Dato che il peso specifico del marmo si aggira dai: 2500-2800 kg/m³ – Media (2650 kg/m³)
  2. Moltiplicare il volume (m³) x peso specifico medio: (0,146 x 2650) = 386,9 Kg
    La tua lastra di marmo peserà 386,9 Kg
Vuoi sapere quanto pesa un metro quadrato (m²) della tua lastra di marmo?


(1,00 x 1,00 x 0,02) x 2650 = 53 Kg/m²

Ricordati che se non sei certo del peso specifico del materiale ed utilizzi una media, arrotonda sempre per eccesso per non superare la portata massima in caso di trasporto.

Quali sono le misure più comuni di lastre di marmo in commercio?

Generalmente le misure più comuni sono 330/340 cm di lunghezza x 190/200 cm di altezza e 2/3 cm di spessore, ma si possono trovare anche in taglie più piccole. Ad esempio: 240/250 cm di lunghezza x 120/140 cm di altezza e 2/3 cm di spessore.

Se il lavoro lo consente si può risparmiare un po’ di denaro cercando quindi delle misure inferiori.

Spesso noi della WSC le proponiamo ai nostri clienti quando sappiamo che non hanno bisogno di una misura così grande per i loro progetti.
Su richiesta forniamo anche spessori inferiori ai 2 cm e superiori ai 3 cm.

Lastre di Marmo di Carrara

Tipologie di lavorazioni

Nel caso in cui decidessi di acquistare il tuo marmo da noi, possiamo fornirtelo eseguendo una o più delle tipologie di lavorazioni che ti andremo ad illustrare.

La spazzolatura:


La spazzolatura del marmo viene anche definita anticatura poiché conferisce al materiale un effetto invecchiato e permette di valorizzarne le vene e le sue peculiarità.

Al tatto da un effetto seta molto gradevole e si presta per arredamenti interni ed esterni. A differenza della levigatura, la spazzolatura di una lastra di marmo ha un aspetto meno opaco e più vivo.

I moderni macchinari utilizzati per questa lavorazione hanno la caratteristica di poter penetrare uniformemente nei pori del marmo e rendere quindi la spazzolatura della lastra veramente efficiente.

carrara marble brushed
honed_carrara_marble_wsc_marmo
La levigatura:

Per levigatura di una lastra di marmo si intende rimuovere dalla sua superficie eventuali dislivelli, residui o incrostazioni dovuti al taglio alla contaminazione o alla corrosione del materiale.

Questa procedura è molto utilizzata nel settore del marmo, in quanto permette di garantire allo stesso un effetto satinato non riflettente. È un’ottima lavorazione per esterni, in quanto conferisce al marmo una lunga durabilità e un buon grip al calpestio, in caso di utilizzo per pavimenti.

Un tempo la levigatura delle lastre veniva svolta a piombo che nel tempo si è rivelata poi cancerogena e pericolosa per la salute.

Attualmente invece si va sul sicuro e ci sono di base due modalità di levigatura:

  • Levigatura a secco
  • Levigatura ad acqua

La scelta di una delle due soluzioni dipende dalla tipologia del materiale da levigare e dalle necessità del cliente.

La lucidatura:


È una tipologia di lavorazione che generalmente si svolge su marmi per uso interno. Trovare marmi esterni lucidati è raro principalmente per due motivazioni:

La prima è che il marmo lucidato a seguito degli agenti atmosferici tende ad opacizzarsi.

La seconda è che il marmo lucidato è molto scivoloso in caso di superficie bagnata, il che in applicazione sull’esterno può rivelarsi pericoloso.

carrara marble polished white

La lucidatura delle lastre di marmo viene effettuata da dei moderni macchinari automatici che attraverso dei nastri abrasivi sempre più fini vanno a rendere la superficie splendente quasi come uno specchio.

La lucidatura può avvenire anche tramite prodotti acidi e chimici che vanno a contrastare la corrosione del marmo.

Per ottenere delle lastre di marmo lucidate in maniera impeccabile è necessario che i macchinari siano all’avanguardia e ben impostati.

Per questo motivo è fondamentale affidarsi ad aziende professioniste con esperti qualificati.

bush_hammered_carrara_marble
La bocciardatura:

Questa lavorazione è molto praticata sui marmi di Carrara per renderli sicuri al calpestio e quindi aumentarne l’aderenza. Ciò che attribuisce questa caratteristica alle lastre di marmo è proprio il macchinario che viene utilizzato, il quale, picchiettandolo con delle punte lo scalfisce donandogli un effetto buccia d’arancia.

È possibile stabilire il livello di grana e quindi di porosità del materiale, partendo da una super fine fin ad arrivare ad una grana grossolana.

I pavimenti non sono le uniche superfici su cui viene applicata la suddetta lavorazione. La bocciardatura viene spesso utilizzata anche per rivestimenti esterni, bordi piscina, fontane e sedute in marmo.

La fiammatura:

Anche se la tecnica della fiammatura delle lastre di marmo può suonarti nuova, siamo sicuri che l’avrai vista molte volte senza però sapere della sua esistenza.

È una tecnica utilizzata soprattutto per piatti doccia, scalini, bordi piscine e pavimentazioni da esterno per conferirgli una grana antiscivolo.

Come avviene la fiammatura? La lastra di marmo viene scaldata con un cannello ad altissima temperatura, circa 600°C, e subito dopo viene investita da un getto d’acqua. Così facendo, la lastra subisce un notevole shock termico che fa letteralmente scoppiettare la superficie, la quale distacca delle scaglie residuali.

flamed carrara marble

Il marmo acquisisce dunque un aspetto ruvido e vetrificato. La fiammatura inoltre mette in risalto le venature grazie all’effetto rilievo che gli attribuisce. Ovviamente al giorno d’oggi ci sono dei macchinari si occupano della fiammatura al posto dell’uomo, il quale si occupa di programmare e supervisionare il lavoro.

fluted carrara marble
La rullatura:


Come si può comprendere dal nome la rullatura viene effettuata proprio sulle lastre di marmo con un rullo rotante che le va ad incidere. Spesso il rullo viene accessoriato con due diverse misure di denti per conferire alla lastra una trama alternata.

Le migliori superfici su cui applicare la rullatura sono quelle con tonalità uniforme poiché gli dona un elegante effetto movimento.

Questa lavorazione è molto utile se si vogliono realizzare pavimenti antiscivolo, bordi piscina, rivestimenti eleganti, soglie e scalini.

L’acidatura:

L’acidatura del marmo è un processo in cui la lastra di marmo viene inserita all’interno di una vasca contenente acidi.

Per effetto della reazione chimica corrodono la superficie donandogli un effetto buccia d’arancia acceso.

A differenza della spazzolatura l’aspetto del marmo risulta più invecchiato. Il metodo è ormai abbastanza sconsigliato per via dell’utilizzo degli agenti corrosivi che non sono molto salutari per l’ambiente.

etched carrara marble
sendblasted carrara marble
La sabbiatura:

La sabbiatura è un’opera che viene effettuata sulle lastre di marmo per ottenere un effetto finale ruvido e antiscivolo. È anch’essa molto utilizzata su alcuni dei principali marmi di Carrara.

Questo tipo di lavorazione è più economica rispetto ad altre simili come la bocciardatura, poiché più veloce in termini di esecuzione. Necessita di una minor manodopera. La sabbiatura consiste nello sparare, attraverso uno specifico macchinario, un getto sabbia contro la lastra ad un’altissima pressione. Questo getto va a scalfire in maniera lieve la superficie conferendogli un aspetto grossolano, ma molto interessante.

I materiali sabbiati sono spesso intelligentemente e finemente abbinati ad altre lavorazioni per creare un bellissimo effetto contrasto.

Grazie alla sua ruvidità, la sabbiatura è adatta a pavimentazioni, cordoli e rivestimenti. L’utilizzo di questa tecnica non è consigliato per marmi troppo fragili e zuccherini.

La spuntatura:

La spuntatura è una lavorazione che si effettua su lastre di marmo per donargli un effetto movimentato.

Può essere eseguita sia a mano che a macchina e consiste nel creare dei solchi con linee più o meno regolari lungo tutta la superficie.

L’attrezzo utilizzato crea un effetto contrasto poiché al momento dell’incisione rompe di pigmenti del marmo facendo così fuoriuscire la chiarezza della pietra grezza.

chiseled_carrara_marble

Già all’epoca dei Romani, quando non vi era a disposizione la tecnologia odierna per le lavorazioni, la spuntatura veniva utilizzata per rendere le pietre meno scivolose.

In moltissime città Italiane è tutt’oggi possibile trovare pavimentazioni esterne che sono state sottoposte a questo trattamento manuale.

Dove acquistare le lastre di marmo di Carrara?

Il marmo di Carrara è famoso in tutto il mondo e vi sono migliaia di commercianti e aziende che lo importano nei loro stati. Ovviamente riuscire ad acquistare il marmo direttamente a Carrara ha diversi vantaggi, soprattutto a livello economico. Ogni volta che le lastre di marmo passano da un commerciante all’altro subiscono un aumento di prezzo e molte volte, non conviene.

Inoltre ti facciamo una domanda: chi meglio di un’azienda locale conosce il prodotto?
Non stiamo parlando di una conoscenza del marmo in generale, ma bensì di una conoscenza specifica che si tramanda di generazione in generazione.

Un’azienda familiare che si è sempre occupata del marmo di Carrara, ti da una sicurezza che non puoi trovare altrove.

Infatti se ti rivolgi ad una compagnia come la nostra, sapremo consigliarti molto bene il materiale giusto in base alle tue esigenze.

Da decine di anni abbiamo a che fare con il marmo ed i suoi utilizzi; in più siamo a contatto quotidianamente con questa realtà.

Cosa accadrebbe se ti trovassi ad acquistare delle lastre di marmo che per le sue caratteristiche geologiche dopo qualche anno si dovessero rompere, ingiallire, o magari si frantumassero durante la lavorazione?

Cosa accadrebbe se ti trovassi ad acquistare delle lastre di marmo che per le sue caratteristiche geologiche dopo qualche anno si dovessero rompere, ingiallire, o magari si frantumassero durante la lavorazione?

Insomma, quello che ti consigliamo è di acquistare le lastre a Carrara. Scegli un’azienda seria, competente e disponibile non solo alla vendita, ma anche all’assistenza sul prodotto.

Se sei interessato a delle lastre di marmo di Carrara e vuoi scoprire qual è il nostro metodo di lavoro contattaci subito. Saremo lieti di introdurtelo assieme ai bellissimi materiali, le loro caratteristiche.

Come scegliere una lastra di marmo di Carrara
carrara marble stones quarry mountain wsc
Sai che oggi nella sola Carrara ci sono più di 140 cave attive che estraggono marmo? Hai letto bene, più di 140.

E sapevi che ogni cava ha la sua tipologia di materiale?

Sì, perché quando la zona estrattiva cambia, variano anche le caratteristiche del marmo. Non in tutte, certo. Alcune cave, avendo la stessa posizione e trovandosi nello stesso corso estraggono praticamente la stessa tipologia di materiale.

Ma cosa succede quando acquistiamo delle lastre di marmo?

Succede che, o ne conosciamo le caratteristiche, o altrimenti è difficile capire da dove provengono e se possono fare al caso nostro.

Se non si è molto pratici l’unica possibilità per essere certi, è di affidarsi a qualcuno che sia trasparente e che conosca il materiale. Qualcuno della zona di Carrara. Ma non basta.

L’azienda dovrebbe fornirti una consulenza sul marmo e le sue peculiarità, proprio come facciamo noi della World Service Carrara.

Abbiamo sviluppato un metodo di raccolta dati che ci permette di offrirti la tipologia di lastre che cerchi più adatta alle tue esigenze e lo facciamo in meno di 24 ore!

Nella sezione su come riconoscere i difetti nelle lastre di marmo di Carrara, ti abbiamo chiarito tutto il necessario per capire come non essere raggirato. Abbiamo fatto tutto ciò per dimostrarti che la nostra etica lavorativa va oltre alla vendita del marmo.

Vogliamo che tu sia contento dell’acquisto.

Richiedi un preventivo gratuito

Lastre di marmo con vena a 45° gradi

carrara marble slabs vein 45
Hai notato che la quasi totalità delle lastre venate viene prodotta con la vena inclinata a 45° gradi rispetto al suolo?

Questa è proprio una caratteristica che negli ultimi decenni è diventata un must.

Infatti per ottenere la vena a 45° gradi i blocchi in cava vengono tagliati rispettando dei criteri ben precisi.

Il commercio delle lastre degli ultimi anni predilige questa tipologia e quindi i produttori di marmo si sono adattati. Le lastre di marmo con vena a 45° gradi stanno comandando il mercato. Capita oggi che se proponi un materiale che non abbia questa caratteristica non venga neppure considerato da alcuni clienti. Alcuni la definiscono una moda, ma in realtà come detto sopra è proprio un must che si conferma sempre più di anno in anno.

Gli esperti di design confermano che la vena a 45° gradi, soprattutto in un rivestimento è un modo per donare alla parete un effetto movimento. Oltre a ciò viene utilizzata per creare dei grandi disegni naturali, posizionando le lastre a specchio una di fianco all’altra.

Infatti nella fase di lucidatura le lastre, soprattutto nei materiali come lo Statuario ed il Calacatta vengono lucidate a facciate inverse. Ovvero, quando si sega il blocco, invece di lucidare tutte le facciate pari o tutte le facciate dispari, le si alterna: 1,4,5,8… e via così.

Interessante, vero?

Ambiti di utilizzo delle lastre
Come vengono utilizzate lastre di marmo di Carrara?
Pavimenti in marmo di Carrara:

Le lastre di marmo di Carrara si prestano perfettamente alla creazione di pavimenti di qualsiasi dimensione, sia da interno che da esterno.

È da centinaia di anni che il marmo di Carrara viene utilizzato in ambienti di lusso, come prestigiosi uffici, maestosi palazzi e hotel a 5 stelle.

È possibile trovare pavimenti di marmo di Carrara da un colore bianco puro fino ad arrivare al nero. Per i luoghi più raffinati vengono utilizzati marmi di altissimo livello, come il Calacatta e lo Statuario.

I disegni che si possono ricavare dall’utilizzo attento e professionale del marmo di Carrara sono davvero incredibili. Quando la competenza di un architetto si fonde con la conoscenza dei nostri consulenti vengono realizzate delle pavimentazioni che potresti riconoscere in mezzo ad altre centinaia della stessa tipologia.

Non sono soltanto gli ambienti di lusso che godono dell’utilizzo del marmo di Carrara, ci sono molte altre tipologie a buon mercato.

Solo per citarne alcune, il Bianco Gioia, l’Arabescato, il Bianco Carrara ed il Bardiglio che si possono trovare in tantissime case, edifici, centri commerciali e negozi.

Sapevi che con le lastre di marmo Calacatta e di marmo Statuario ad esempio e possibile realizzare diverse modalità di posa?

Scopriamo insieme quali sono le due principali tipologie.

Posa a macchia aperta:

La posa a macchia aperta è veramente straordinaria. Negli ultimi anni ha preso piede ed è una delle principali proposte di architetti di grande spessore. La tecnica consiste nel selezionare un blocco di lastre di grandi dimensioni con vene abbastanza grandi e sezionarle secondo la tecnica cosiddetta “open book”, dall’inglese libro aperto.

Le lastre di marmo di Carrara vengono posizionate formando una sorta di macchia che va ad aprirsi verso l’esterno ricordando spesso la forma di un rombo con angoli arrotondati e sagomati.

Quando eseguiamo queste lavorazioni vi è un processo molto dettagliato e specifico di progettazione, scansione e taglio per permettere alle lastre di ricoprire perfettamente la superficie.

statuario venato extra open book
statuario venato extra straight pattern floor wsc
Posa a correre:


La posa a correre è forse una delle più classiche e conosciute. Consiste nel ritagliare le lastre di marmo con la vena che “corre” nella solita direzione. La posa a correre è molto utilizzata per via dell’ottimizzazione del materiale. Infatti a differenza della posa a macchia aperta è possibile utilizzare una percentuale maggiore della lastra riducendo così gli scarti.

I marmi di Carrara più utilizzati per questa tipologia di lavorazione sono: Bianco Ordinario, Arabescato e Gioia, poiché presentano delle vene più delicate. Non si escludono comunque pavimentazioni a correre con marmi più pregiati.

Per conoscere come possono essere lavorati i pavimenti consulta il capitolo tipologie e lavorazioni.

Scalini o scalinate in marmo di Carrara:

Cosa di più elegante che scendere una scalinata? E se questa scalinata fosse di marmo di Carrara?

Abbiamo visto decine di film in cui grandi attori o attrici si accingevano a scendere signorilmente una scalinata.

È qualcosa che ci porta indietro fin dai primissimi anni del 900’ con quei bellissimi vestiti di signore e signori di altri tempi. Cose del passato? Assolutamente no.

Oggi se non più di prima, una scalinata fine ed elegante fa la differenza in qualsiasi contesto.

calacatta vagli stairs wsc

È possibile utilizzare il marmo di Carrara per realizzare scale di sana pianta o anche come finitura di superficie di scale in ferro, legno o di altri materiali.

In qualunque caso il marmo di Carrara è veramente molto utilizzato in questo ambito grazie alla sua versatilità. Può essere lavorato in molteplici modalità per un utilizzo sia da interno che da esterno con effetti davvero interessanti.

Le scale hanno diversi elementi che possono essere personalizzati a seconda dei gusti e dell’ambiente in cui devono essere applicate, quali: pedata, alzata, ventagli, pianerottoli e battiscopa. Infatti è possibile abbinare diversi colori di marmo di Carrara per creare l’effetto desiderato.

Gli scalini più comuni sono realizzati con lastre o blocchi di bianco Carrara a seconda delle dimensioni. Mentre in ambienti più esclusivi vengono utilizzate ad esempio lastre o blocchi di Gioia, Arabescato, Statuario e Calacatta.

Rivestimenti in marmo di Carrara:

Le lastre di marmo sono molto utilizzate per rivestimenti di interni ed esterni. Quando si ha una parete da valorizzare perché non farlo con il marmo di Carrara?

Un rivestimento in marmo, oltre che ad essere di classe e buon gusto è anche facile da pulire soprattutto se lucido.

Nel tempo infatti ti sarai sicuramente accorto che le mattonelle, soprattutto quelle dei bagni e delle cucine, tendono a venarsi a causa dell’escursione termica a cui sono sottoposte.

Il marmo di Carrara invece ha una durevolezza imparagonabile.

Se poi vogliamo trovare un’altra nota positiva di utilizzare il marmo bianco di Carrara come rivestimento è la luce. Quest’ultimo, grazie alla sua purezza e cristallinità rende l’ambiente ben luminoso e vivibile. Così facendo è possibile ottimizzare i punti luce, risparmiando quindi energia elettrica.

I rivestimenti in marmo si accostano molto bene con altri materiali come il ferro, il legno ed i graniti, creando così abbinamenti interessanti e suggestivi.

Top e piani cucina in marmo di Carrara:

È sicuramente una scelta di gusto e non possiamo che darti ragione. Ci capita spesso di fornire lastre o lavorarle su richiesta per la realizzazione di piani da cucina esclusivi ed eleganti.

Ma è vero che il marmo di Carrara è sconsigliato per top cucina?

Una volta lo era, in quanto se il materiale viene lasciato grezzo e privo di trattamento a contatto con bevande, alimenti ed oli ne assorbe i liquidi creando degli aloni poi difficili se non impossibili da eliminare.

Oggi invece esistono delle tecniche di resinatura e lucidatura che ne permettono l’impermeabilizzazione. Queste lavorazioni non intaccano o compromettono la qualità della lastra. L’aspetto rimane inalterato e quasi invisibile.

wsc carrara marble stones manhattan grey
honeycomb carrara marble slab

Generalmente si consigliano lastre di marmo di almeno 3 centimetri di spessore; così facendo il piano risulta stabile e robusto. Se pensi che il supporto di cui disponi possa non sopportare il peso di una lastra simile, non preoccuparti. Esiste una modalità per alleggerirlo facendogli mantenere la sua resistenza chiamato svuotamento e riempimento.

Questo metodo consiste nello svuotare la lastra di marmo e riempirla con pannelli alveolari di Honeycomb.

Gli Honeycomb sono pannelli a nido d’ape realizzati in alluminio, sono molto leggeri e vengono disposti all’interno della lastra svuotata e riempiti con una particolare resina epossidica.

Grazie alla suddetta lavorazione il tuo top da cucina risulterà più leggero di circa il 60/70% e potrà essere posizionato ovunque tu voglia.

Tavoli e tavolini in marmo di Carrara:

Tavoli completi o parziali in marmo di Carrara per esaltare l’eleganza e la raffinatezza.

Utilizzare una lastra per comporre un tavolo equivale a valorizzare al massimo il materiale delle nostre montagne.

Unire la passione per il cibo o per un drink in compagnia di amici, alla consistenza e allo stile indiscusso del marmo di Carrara è una combo straordinaria. Quel feeling al tatto e quella freschezza che solo questo materiale sa dare é capace di rendere l’atmosfera unica e suggestiva.

Puoi star pur certo che se deciderai di realizzare un tavolo in marmo di Carrara non ne esisterà una copia altrove. Grazie alla particolarità ed ai disegni che le bellissime Alpi Apuane offrono ogni pezzo sarà unico nel suo genere.

I tavoli in marmo possono essere realizzati in combinazione con altri materiali o interamente in marmo in base ai gusti e alle necessità del cliente.

Inoltre i tavoli di nuova generazione sono facilmente smontabili in caso di movimentazione o trasloco. Più comunemente i tavoli vengono realizzati con marmi bianchi e venati come: Il Bianco Carrara, l’Arabescato o con materiali più preziosi come lo Statuario Extra ed il Calacatta Oro.

Pareti divisorie:

Le pareti divisorie in marmo si utilizzano quando necessiti di separare due ambienti in maniera moderna ed efficace.

Se hai un salotto e vuoi separarlo da una zona più luminosa ad esempio, quella della parete divisoria è un’ottima soluzione.

Possiamo trovare diverse tipologie di pareti divisorie, tra le più comuni:

  • Parete divisoria in marmo fissa: La lastra o l’elemento di marmo lavorato viene poggiato stabilmente al pavimento e se necessario ancorato ad una parete ed al soffitto. Così facendo si divide in maniera definitiva una parte dell’area interessata.
  • Parete divisoria in marmo scorrevole: Una parte della lastra viene fissata al pavimento, al soffitto e/o alla parete del muro e le restanti, possono scorrere attraverso delle guide. La parete divisoria di marmo in questo modo può essere abbattuta quasi completamente, oppure coprire un’ampia superficie della stanza a proprio gradimento.
  • Parete divisoria in marmo ad elementi rotanti: La lastra di marmo viene tagliata in modo tale che vi siano diverse fasce verticali od orizzontali che possano essere aperte o chiuse completamente. La tipologia ricorda una tenda veneziana o una tenda a bande, che una volta serrata accoppia tutte le fasce e permette di visualizzare il disegno completo del materiale prescelto proprio come un’unica forma.
Rivestimenti navali e aeronautici:

Sarebbe praticamente impensabile utilizzare lastre di marmo di Carrara su un’imbarcazione come navi da crociera e yacht o su un aeroplano o un jet privato, il loro peso graverebbe troppo sulla progettazione.

Invece grazie all’utilizzo di lastre di marmo molto sottili, circa 5 mm, e al famoso Honeycomb di cui abbiamo parlato poco sopra è possibile allestire imbarcazioni e velivoli senza compromettere le caratteristiche di stabilità e galleggiamento.

Anche l’aspetto estetico rimane invariato e nessuno si accorgerebbe di tale applicazione. Inoltre l’Honeycomb ha un valido potere insonorizzante che può senz’altro rivelarsi utile per ridurre i rumori prodotti da motori, macchinari o agenti esterni.

Quindi se volessi utilizzare un bellissimo ed elegante marmo di Carrara come arredamento per il tuo progetto puoi assolutamente farlo.

Anzi, la durabilità di un rivestimento in marmo è praticamente eterna e non richiede nessun particolare trattamento specifico diversamente dal legno ad esempio.

Trasporto delle lastre di Marmo di Carrara
carrara marble courier transport truck
Come vengono spedite le lastre di marmo?

In relazione al paese di destinazione le lastre di marmo di Carrara possono essere spedite:

Su gomma, attraverso autocarri o TIR a seconda della quantità di materiale richiesto e della distanza.

In questo caso è fondamentale che il trasportatore sia un professionista. È abbastanza comune, soprattutto a causa di fretta o distrazioni nella fase di carico ed in quella della legatura, che il materiale arrivi a destinazione danneggiato.

Noi della World Service Carrara abbiamo per questo un servizio di logistica interno ed indipendente, con esperti autisti che assicurano il carico in maniera appropriata.

È altrettanto importante che tu sappia che al momento dell’ordine della merce presso la nostra azienda vi è un calcolo dei tempi di spedizione ed un’organizzazione dettagliata del viaggio. Questo permette al cliente di sapere esattamente il giorno di partenza e di consegna della merce, ma non solo. L’autotrasportatore viaggia rispettando itinerari sicuri e le giuste ore di riposo, così facendo si riducono notevolmente i rischi di imprevisti ed i danni alla merce.

Via nave attraverso contenitori.

Le lastre vengono imballate direttamente al deposito da una ditta specializzata all’interno dei legacci, che sono delle strutture in legno che le assicurano tra loro.

Dopodiché vengono caricate nel contenitore che viene trasporto da un TIR verso il porto di partenza. A quel punto il container viene caricato sulla nave che conduce il carico fino al porto di destinazione.

Una volta giunta al porto la nave viene scaricata ed il contenitore posto su un nuovo TIR che si occuperà della consegna al cliente.

Via aerea.

Vi è anche la spedizione aerea, ma in realtà è poco utilizzata poiché molto costosa. A meno che non ci siano necessità veramente urgenti è un’opzione da escludere.

Adesso che la tua conoscenza del marmo si è ampliata non ti resta che compiere il primo passo verso l’acquisto del materiale che desideri.

Richiedi Subito Un Preventivo Gratuito

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su google

Scopri

I Nostri Materiali